Stampa

Cineforum 2011 - quarta serata

Mercoledì 9 Febbraio quarto e ultimo appuntamento con la nostra rassegna cinematografica "Storie di montagne, di natura e di … uomini", organizzata con il patrocinio dell'assessorato alla cultura del Comune di Casier.

Concluderà il ciclo un film che abbiamo inserito pensando soprattutto ai giovani e al loro rapporto con la natura. Quì la montagna non è la protagonista, ma il mezzo, il luogo dove i giovani imparano a conoscere se stessi e i propri limiti, e a confrontarsi con gli altri in modo costruttivo, per affrontare insieme tutte le avversità della vita.     

La serata è dedicata al film italiano del 2005:

“Mai più come prima" di Giacomo Campiotti

Mai più come prima è la storia di un gruppo di ragazzi che per la prima volta devono confrontarsi con importanti aspetti della vita, come il coraggio, il dolore, la responsabilità e la sessualità, e che alla fine dovranno trovare la forza per esercitare la libertà di scegliere il proprio destino, contro le pressioni della famiglia e della società. Il film racconta una storia forte, avventurosa ed epica. Una sorta di iniziazione che i ragazzi devono attraversare per diventare uomini.
Uno dei personaggi è un portatore di handicap, un diverso. Un ragazzo sensibile ed autoironico che ha bisogno di relazioni sincere piuttosto che di pietismo. La sua presenza nel gruppo costringe in qualche modo gli amici ad affrontare il tema della diversità e della solidarietà.

Giacomo Campiotti Varesino, classe 1957, si laurea in pedagogia all'Università di Bologna: aiuto regista di Mario Monicelli, è in seguito entrato a far parte del gruppo "Ipotesi Cinema" fondato da Ermanno Olmi. In detto ambito, ha realizzato tra il 1983 ed il 1987 le sue prime opere da regista. Il suo esordio nel lungometraggio risale al 1989: "Corsa di primavera", presentato con successo nella Settimana della Critica alla Mostra del cinema di Venezia, viene selezionato da numerosi festival internazionali e vince il "Grifone d'Oro" come miglior film a Giffoni. Tra il 1991 ed il ‘92 lavora nell'ambito dei videoclip musicali, realizzando tra gli altri quelli di Lucio Dalla. Nel 1994 esce "Il tempo dell'amore", che il regista pesenta al Festival di Locarno. Nel 2005 Campiotti torna con una storia che aveva nel cassetto da trent'anni: Mai + come prima, un film di spunto autobiografico che racconta un'esperienza indimenticabile di un gruppo di adolescenti.

L'appuntamento è per le 20,45 presso la sala di via Santi 2 a Dosson, l'ingresso è libero, siete tutti invitati.